Vibrancy of Silence - Some Prefer Cake 2020

VIBRANCY OF SILENCE – A Discussion with My Sisters

Regia di Marthe Djilo Kamga – Camerun/Belgio, 2017
DOCUMENTARIO, 90′
LINGUA FRANCESE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO
Traduzioni di Marta Panighel

Marthe Djilo Kamga ci conduce in fruttuose conversazioni con altre quattro artiste Camerunensi che, come lei, conoscono l’esilio e anche la necessità di trasmettere alle giovani generazioni ciò che hanno imparato nelle loro identità multiple in evoluzione.
La colonna sonora che accompagna le voci di queste tre generazioni di donne è parte attiva dell’avventura, una testimonianza per il futuro.
Le conversazioni sono connesse dai temi chiave dell’eredità culturale, della memoria storica e di come le immagini danno forma ai ricordi personali e collettivi.
“A Discussion with My Sisters” è la prima puntata del progetto di ricerca visiva di Frieda Ekotto, “Vibrancy of Silence: Archiving the Images and Cultural Production of Sub-Saharan African Women”, incentrato sulla produzione artistica e culturale delle donne africane come eroine ignorate.

Vibrancy of Silence - Some Prefer Cake 2020

Credits
Cast:
Marthe DJILO KAMGA
Frieda EKOTTO
Zolan N’GONO
Koyo KOUOH
Marie SABAL LECCO (AJOMO)

Regia: Marthe Djilo Kamga (Cameroun/Belgium)
Script: Frieda EKOTTO/Marthe DJILO KAMGA/
Prodotto da: Frieda Ekotto – The University of Michigan, Ann Arbor (USA)
Fotografia: Malkia Mutiri Marthe Djilo Kamga Sabreen Al’Rassace Vincent Belibi
Montaggio: Valérie Gabriel

Regista:
Marthe Djilo Kamga è la co-fondatrice e l’attuale coordinatrice del Massimadi Festival. I suoi percorsi professionali e personali sono girati attorno alle questioni di fragilità, identità e uguaglianza sociale. Il suo interesse nella produzione artistica e culturale (performance, fotografia…) le dà l’opportunità di riappropriarsi di immagini e spazi pubblici per le persone in posizioni invisibili. Sono temi ricorrenti nel suo lavoro la coesistenza di identità multiple e diversi modelli di espressioni artistica e culturale.
I suoi progetti principali sono il one-woman show “Angalia Ni Mimi: therapy of a thwarted artist.”, autobiografico, il foto-documentario “Sikiliza, My Body Talks to You” e “Zurura, Zurura”.

Indietro

News